“Forse il Governo non si è reso conto delle difficoltà economiche che stanno vivendo le piccole e medie imprese venete. Il rischio è che molte siano costrette a chiudere”.

Lo afferma consigliere regionale Massimiliano Barison (Veneti Uniti), che aggiunge “Mi arrivano frequenti messaggi preoccupanti di imprenditori del settore alberghiero, che non hanno clienti, ma solo disdette. Le entrate non ci sono mentre ci sono le uscite, il piccolo commercio al dettaglio che da tempo soffre della concorrenza con l’ecommerce, è in ginocchio, e al calo dei clienti si aggiunge anche la riduzione non retribuita dell’orario di lavoro dei dipendenti”.

“Non va sottovalutato nemmeno il settore dei trasporti in particolare quello privato, dei taxi, bus da turismo, autonoleggiatori, che attualmente non circolano più e anche per loro i costi si moltiplicano – sottolinea il consigliere regionale – trattasi spesso di lavoratori autonomi, che sostengono e mandano avanti la famiglia”.

“Nonostante tutto questo – conclude Barison – il Governo si vanta di aver adottato tutta una serie di misure economiche di aiuto, dimenticandosi, però, di evidenziare che le stesse riguardano i comuni dell’Area Rossa, e in particolare il solo Comune di Vo’ Euganeo, completamente isolato, dove i danni presenti e futuri non saranno mai risarciti completamente”.