Nuovo-Documento-di-Microsoft-Publisher-e1453907088259

26 maggio 2016

Bentrovati e grazie a tutti i miei cari amici lettori di questa newsletter. E’ questo uno strumento, facile e veloce, che utilizzo regolarmente per informarvi sui temi in discussione ma anche per raccogliere le vostre indicazioni.
Per essere più efficace nel fornire informazioni in base alle aree d’interesse di ciascuno, ho pensato di attivare uno strumento più ‘selettivo’. A questo linkpotrete quindi selezionare le aree di vostro interesse per restare aggiornati sulle attività del Consiglio Regionale in materia. Spero sia un servizio gradito e utile.
Continuate a seguirmi, anche su facebook, twitter e sul sito internet, ma anche a scrivermi (questa la mia mail barisonm@consiglioveneto.it), a proporre, a criticare, se necessario! Il confronto è infatti il ‘sale della democrazia’ e la base per ogni buona proposta.

comuni al voto

1) IL 5 GIUGNO 14 COMUNI PADOVANI AL VOTO. Il primo pensiero di questo numero della newsletter lo dedico ai molti amici impegnati nella prossima scadenza amministrativa. Come noto, domenica 5 giugno diversi comuni sono chiamati al voto per il rinnovo dei sindaci e dei consigli comunali e molti sono impegnati come candidati sindaci o consiglieri. Agli amici esprimo sostegno e un caloroso in bocca al lupo! Nel padovano tra i comuni alle urne vi sono (tra parentesi indico i nomi dei candidati sindaci che sosteniamo e nel link rinvio alle liste a loro collegati con tutti i nomi dei candidati consiglieri):
– Abano Terme (Andrea Cosentino);
– Albignasego (Filippo Giacinti);
– Arzergrande (Filippo Lazzarin);
– Cartura (Silvestro Bazza);
– Cittadella (Luca Pierobon);
– Este (Roberta Gallana);
– Montagnana (Loredana Borghesan);
– Montegrotto Terme (Alessandro Manuel Boschieri);
– Ospedaletto Euganeo (Giacomo Scapin);
– Vigodarzere (Adolfo Zordan).

Attenzione: ricordo che si vota solo nella giornata di domenica 5 giugno, dalle ore 7 alle ore 23.

INVITO TUTTI A SOSTENERE I NOSTRI CANDIDATI CHIAMANDO AMICI E PARENTI E RICORDANDOGLI L’IMPORTANZA DI ANDARE A VOTARE E DI ESPRIMERE LA PREFERENZA.

Dopo aver parlato delle prossime elezioni comunali, una lunga pagina dedicata ai temi della Sanità dei quali mi occupo anche come componente della Quinta Commissione Consiliare.

ospedale-mamma-bambino

2) OSPEDALE DELLA MAMMA E DEL BAMBINO. La cronaca sui giornali locali ha spesso riportato in questi ultimi giorni interventi e articoli sul reparto di Pediatria di Padova. Tutto prende le mosse dalle gravi criticità, che ho sollevato anche con una mia interrogazione (leggila a questo link), degli attuali spazi.
Per risolvere le criticità della pediatria, operando nel contempo una efficace riorganizzazione dei servizi tra due strutture molto vicine tra di loro, come sono il Sant’Antonio e l’Azienda Ospedaliera, mi sono fatto promotore di una proposta che ha incontrato il favore di molti: trasferire l’ospedale Sant’Antonio all’Azienda per farlo diventare il polo materno–infantile. Si tratta di una soluzione fattibile, il Sant’Antonio è infatti idoneo per dimensioni e contenuti a essere ospedale pediatrico. Ma si tratterebbe anche della soluzione “più economica” (5/8 milioni per realizzarla) e “più rapida” (2 anni circa).
A questo link vi rimando per la lettura della risoluzione che ho depositando e di una breve rassegna stampa sull’argomento. Buona lettura.

1456832697552 ospedale

3) RIFORMA DELLA SANITA’ VENETA. Si sta concludendo l’iter per l’approvazione del progetto di legge n. 23Istituzione dell’Ente di Governance della sanità regionale veneta denominato ‘Azienda per il governo della sanità della Regione del Veneto – Azienda Zero’. Disposizioni per la individuazione dei nuovi ambiti territoriali delle aziende ulss”. Al testo originario, leggi qui, si è aggiunto in questi giorni unmaxi emendamento, che puoi trovare qui. Le novità più importanti riguardano lariduzione del numero delle Ulss dalle attuali 21 a 9 e la costituzione dell’Azienda Zero. Sostanziali sono le novità soprattutto in termini di risparmio e ottimizzazione delle risorse che potranno essere così destinate al potenziamento dei servizi ai cittadini.

Registro Tumori4) REGISTRO TUMORI. La L.R. 11/2010 ha istituito il Registro dei Tumori del Venetocon l’obiettivo di monitorare l’incidenza e la mortalità da tumore. Come si può ben comprendere, si tratta di uno strumento di controllo della patologia essenziale anche per comprendere l’evoluzione storica dei casi. Ben 8 Aziende Ulss risultano però ancora scoperte dal monitoraggio da parte del Registro, e tra queste anche le Aziende padovane n. 15 e 17. Con una risoluzione ho quindi chiesto che sia urgentemente esteso il monitoraggio a tutte le ULSS del territorio veneto, leggi qui la risoluzione. L’importanza del provvedimento deriva anche dal fatto che alcune delle ULSS non coperte dal monitoraggio sono interessate da impianti produttivi potenzialmente pericolosi o comunque percepiti dalla popolazione come tali.

odontotecnico-1024x684

5) PROFESSIONI SANITARIE. Non bisogna mai dimenticare che i protagonisti della sanità sono gli ottimi professionisti che la fanno: medici, infermieri, ausiliari, impiegati amministrativi etc. Tra questi professionisti ci sono anche gli odontotecnici. E’ strano pensare che la figura professionale dell’odontotecnico, che richiede un elevato profilo di specializzazione, sia ancora disciplinata da un Regio Decreto del 1928 come ‘arte ausiliaria delle professioni sanitarie’, quasi fosse un artigiano qualsiasi! E’ quindi un ‘inquadramento’ inadeguato ed ingiustificato rispetto al ruolo professionale della categoria. Nel 2006 è stato avviato, ma mai definito, un percorso per il riconoscimento tra le professioni sanitarie. Con una mozione, che puoi leggere qui, ho quindi ritenuto opportuno sollevare la questione delle professioni sanitarie, in particolare con riferimento agli odontotecnici che devono rientrare a tutti gli effetti tra i professionisti nell’ambito della sanità.

Continua l’attività del Gruppo Consiliare, del quale fanno parte i colleghi Elena Donazzan e Massimo Giorgetti. Di seguito alcune delle più recenti iniziative.

video birra

6) BIRRA ARTIGIANALE. Il Veneto è una delle regioni più attive nella produzione di birra artigianale nel mondo. Si pensi che se fino a qualche anno fa l’Italia era fanalino di coda per quanto riguarda la produzione di birra, oggi le cose stanno cambiando proprio grazie al fenomeno dei birrifici artigianali. La birra ha raggiunto il 10% del fatturato di un mercato storico come quello di vino (500 milioni di euro della birra rispetto ai 5 miliardi del vino), in cui l’Italia è da sempre uno dei leader mondiali. Oggi l’Italia è leader in Europa anche nel complesso ed affascinante settore dei microbirrifici, con il Veneto che guida questa nuova tendenza, seguito da Piemonte e Sicilia. Un trend che continua quindi a crescere tra gli appassionati e i semplici curiosi.
Una nostra proposta di Legge, che puoi leggere qui, mira ad ‘Istituire un marchio veneto dei prodotti e dei produttori di birra artigianale’ per sostenere e proteggere questa nostra ‘nuova’ eccellenza enogastronomica. Un provvedimento che rappresenta anche una novità a livello nazionale, visto che la normativa sulla birra artigianale è pressoché inesistente. A questo link puoi approfondire l’argomento grazie ad alcune slides e alle video-interviste realizzate in occasione della presentazione della legge.

o-PENSIONI-INP-facebook-1024x5127) PENSIONI. La Corte Costituzionale, con sentenza del 30 aprile 2015, n. 70, ha dichiarato “l’illegittimità dell’art. 24, comma 25, del Decreto Legge n.201/2011. In sostanza la Corte ha dichiarato incostituzionale la decisione del governo di escludere per gli anni 2012 e 2013 la rivalutazione di tutte le pensioni di importo superiore a 1443 euro mensili lordi. Una decisione che ha danneggiato illegittimamente molti pensionati! Basti pensare che chi percepisce una pensione di 1500 euro lordi ha perso 90 euro al mese di rivalutazione, circa 1000 euro in meno all’anno. Vista la sentenza, i pensionati hanno riacquistato retroattivamente il diritto alla rivalutazione dei propri trattamenti pensionistici e quindi ad ottenere il pagamento degli arretrati, con interessi, e il ricalcolo della pensione sulla determinazione degli assegni futuri. Peccato che il Governo non abbia ancora rispettato la sentenza! Lo Stato predica bene ma razzola male! Chiede ai contribuenti puntualità e fino all’ultimo centesimo mentre le stesse regole e sentenze non valgono per il governo! Con una provvedimento in Consiglioabbiamo voluto chiedere urgentemente al governo di restituire quanto dovuto ai pensionati. Leggi qui.

Pagine da Presentazione conferenza stampa autonomia8) AUTONOMIA DEL VENETO. ELECTION DAY. Dopo il seminario organizzato dal nostro Gruppo in Villa Bonin (Vicenza) sabato 12 aprile, dal titolo “Veneto. Obiettivo autonomia”, la Giunta Regionale ha approvato la Delibera con la quale è stato confermato il quesito referendario e aperto il negoziato con il governo. A questo link puoi approfondire. Il referendum si terrà quindi in autunno. Visto che proprio ad ottobre il governo ha programmato la consultazione sul referendum costituzionale, cosiddetta ‘Riforma Boschi’, abbiamo voluto rilanciare con una proposta di buon senso: i veneti siano chiamati alle urne una sola volta per i due referendum! Sia election day! Una proposta, come dicevo, di ‘buon senso’ perché permetterebbe di risparmiare 14 milioni di euro, perché gli argomenti sono strettamente legali (visto che la riforma Boschi è fortemente accentratrice di poteri e competenze), perché è assurdo convocare alle urne i cittadini 4 volte in un solo anno (prima per le trivelle, poi per le elezioni comunali e poi per i due referendum)! Con una nostra risoluzione, clicca qui per leggerla, abbiamo voluto formalizzare la proposta.

Di seguito un elenco con i principali provvedimenti approvati dal Consiglio Regionale negli ultimi due mesi.

9) ATTIVITA’ DEL CONSIGLIO.

PDL n.137Modifiche alla legge regionale 31 dicembre 2012, n. 54 “Legge regionale per l’ordinamento e le attribuzioni delle strutture della Giunta regionale in attuazione della legge regionale statutaria 17 aprile 2012, n.1 “Statuto del Veneto”” (ora legge regionale 17 maggio 2016, n. 14);
PDLR n.117Appostamenti fissi ad uso venatorio. Modifiche della legge regionale 9 dicembre 1993, n. 50: “Norme per la protezione della fauna selvatica e per il prelievo venatorio”” (ora legge regionale 15 marzo 2016, n. 11);
PDLS n.14Modifica alla legge 28 dicembre 2015, n. 208 “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge di stabilità 2016).”, in materia di Aziende sanitarie uniche“;
PDLR n.102Modifiche all’articolo 6 della legge regionale 24 dicembre 1992, n. 25 “Norme in materia di variazioni provinciali e comunali” e successive modifiche“.

Vi rinvio a questo link per ulteriori approfondimenti sull’attività del Consiglio regionale.

Scusate se ho abusato del vostro tempo con una newsletter troppo lunga!

Un abbraccio
Pubblicazione1


9788804661337BP.S.:
In queste settimane sono state molte le iniziative organizzate e le manifestazioni territoriali alle quali ho partecipato. Ne ricordo solo alcune allo scopo di ringraziare tutti quelli che vi hanno preso parte nell’organizzazione o che ne hanno decretato il successo partecipandovi. In primis, la presentazione di alcuni libri quale occasione per riflettere su temi di stringente attualità, come la biografia dedicata a ‘Putin’ di Gennaro Sangiuliano, il libro-inchiesta ‘Profugopoli’ di Mario Giordano o il volume ‘Rischio banche’ di Leopoldo Gasbarro. Ecco alcune foto degli eventi.

custode memoriaRicordo solo due altri eventi straordinari svoltisi nella bassa padovana, la Festa del Prosciutto nella splendida cornice della città murata di Montagnana, il ’più bel borgo del Veneto’, e la presentazione del volume di Giacomo ScapinIl custode della memoria’. Il volume è stato presentato in più serate e la prossima è in programma proprio venerdì 27,ecco l’invito. Una bella rassegna di foto dell’autore, qui puoi vedere qualche fotodel volume, che vede come protagonista la sua Ospedaletto; ne sono protagonisti i riti quotidiani, i fabbricati rurali ma soprattutto le persone. E’ una vera e propria ‘carezza al suo mondo’! Complimenti Giacomo.